Il preparatore atletico del Fiuggi racconta l’esperienza con il Coranavirus